giovedì 29 dicembre 2016

Sull'intervista a Clemens Fuest: intervengono G.La Malfa e P. Savona

Non osavamo più sperarlo, invece è accaduto: la categorica severità, manifestata dall'economista tedesco Clemens Fuest sullo stato della nostra economia (intervista su Corsera del 16 dicembre u.s., come da nostro post precedente), ha trovato, sempre su Corsera (27 dicembre) una meritata risposta politica.

sabato 17 dicembre 2016

Preavvisi di ben servito all'Italia? Una possibile occasione di un atto d'orgoglio e di verità di Paolo Gentiloni

Esiste una strada per Gentiloni che, senza contraddire il lascito del Governo Renzi, da lui stesso condiviso come ministro degli esteri, potrebbe stabilire una duplice e sostanziale novità in campo europeo, di carattere economico e di chiarimento politico.

domenica 11 dicembre 2016

L'esito del Referendum del 4 dicembre, come ipotesi possibile di eterogenesi dei fini

                                     L'interpretazione del verdetto referendario

Il referendum sulla Riforma costituzionale che ha diviso il paese, quando (certamente non subito) sarà archiviato, difficilmente sarà accompagnato da note celebrative.

sabato 3 dicembre 2016

4 dicembre, data fatidica italiana anche per il rapporto con l'Europa ?

E' naturalmente difficile cogliere lo stato d'animo che accompagnerà l'elettore italiano nel recarsi alle urne per il referendum costituzionale di domani, 4 dicembre.

lunedì 28 novembre 2016

Il referendum del 4 dicembre, la sua incerta rilevanza politica e la sua distanza dall'Europa di Ventotene

Il 4 dicembre prossimo, finalmente, l'elettorato italiano dovrà esprimere la sua approvazione - con un  Si (di adesione) o con un No (di repulsione) - di una riforma costituzionale, che coinvolge 47 articoli della Carta costituzionale, di iniziativa del Governo e già approvata dai due rami del Parlamento.

lunedì 21 novembre 2016

Pier Carlo Padoan, l'immagine triste di chi non guarda mai la realtà

Non è un fatale destino, neppure per un ministro, il dover scegliere sempre di tacere la verità: specie laddove, e quando, il suddetto è chiamato ad esprimere pubblicamente pareri o, addirittura, assumere decisioni operative.

venerdì 18 novembre 2016

"Il Debito, cattivo Maestro" (Ferruccio de Bortoli): un errore lessicale

Come recita il sotto titolo esplicativo dell'editoriale di Ferruccio de Bortoli (Corsera, 16 novembre), "il Debito Pubblico del nostro paese è un cattivo maestro".

martedì 15 novembre 2016

Il "bail in" e lo scarso senso dello Stato di questo governo...

Oltre all'insufficiente senso dello Stato, qualcosa di altrettanto deludente ispira i nostri legislatori, specie quando si cimentano nell'applicazione concreta di leggi precedenti particolarmente complesse.

mercoledì 9 novembre 2016

Libia, Occidente, Onu: un caso esemplare di eterogenesi dei fini

La vicenda dei due tecnici italiani, Bruno Cacace e Danilo Calonego, dipendenti dall'impresa "Con. I.Cos" di Mondovì, rapiti da una banda libica che li riteneva (erroneamente) latori di una rilevante somma in contanti, non è meritevole di ricordo solo per la sua felice conclusione.

giovedì 27 ottobre 2016

Il progredire lento ma incontestato della radicale e visibile criticità della conversione monetaria

Il secondo convegno pubblico di cui sono apparse e tuttora appaiono le effigi in questo post, ha registrato un netto consolidamento della nostra versione negativa del meccanismo di conversione della lira.

mercoledì 5 ottobre 2016

Ipotesi interpretative di vecchie e nuove strategie dell'attuale situazione monetaria globale: 1) le monete dell'economia occidentale

1) Le monete dell'economia occidentale

Non sapremmo ricordare storicamente una fase dell'economia internazionale caratterizzata, non solo da una vasta liquidità, ma soprattutto da una tendenza che sembra aver contagiato, a vario grado, tutte le grandi centrali di emissione di tutto il mondo, di Russia e Cina comprese.

domenica 2 ottobre 2016

Ciò che possono insegnare le vicende della Deutsche Bank

Che le Borse tremino quando un titolo come la Deutsche Bank, il maggior Istituto di Credito europeo, subisce oscillazioni repentine dell'ampiezza di circa il 18%, come è accaduto venerdì scorso 30 settembre, è una circostanza perfettamente naturale per scelte speculative che, delle Borse medesime, sono l'essenza.

domenica 25 settembre 2016

Il grande surplus commerciale tedesco ed i suoi vantaggiosissimi presupposti monetari

Il premier italiano Matteo Renzi, contrariato da una apparente esclusione dal novero degli esponenti leader dell'Unione europea, condiviso con A.Merkel e F.Holland, ha scelto di reagire, in nome proprio e soprattutto del paese che rappresenta, con una duplice e netta contestazione.

mercoledì 21 settembre 2016

Quantitative easing: quegli errabondi 9.000 miliardi di monete occidentali stampate...

La Federal Reserve sta meditando un giro di boa dello stock di dollari (in euro 4 mila miliardi) immessi in circolazione in questi ultimi anni (secondo modalità simili al Quantitative easing europeo) sul mercato mondiale.

domenica 11 settembre 2016

Atene, Bratislava e Berlino: dissidi di indispensabile ricomposizione

La linea di divisione dell'Unione europea, oltre che nel diffondersi di autonome iniziative e di accordi di singoli stati, trova espressione nello stesso linguaggio e nella racchiusa psicologia dei rispettivi apicali rappresentanti governativi.

mercoledì 7 settembre 2016

E se gli interessi negativi bancari dipendessero (anche) da eccesso di circolante ?

Non dubitiamo che la novità assoluta (?) dell'applicazione diffusa, Italia compresa, di interessi negativi e proporzionali alle somme depositate a carico di alcune categorie di depositanti, possa essere finalizzato ad un interesse pubblico ben preciso.

giovedì 1 settembre 2016

Apple e TTIP: due casi di collisione fra sovranità nazionali e patti internazionali

Emergono, anche se del tutto separatamente, due complicati contenziosi fra Europa ed America, entrambi di grande rilevanza monetaria, formalmente circoscritta in un caso, e di ampiezza incalcolabile,nel secondo caso relativo ai futuri rapporti commerciali di quasi tutti i paesi dell'economia occidentale, Europa ed Usa, in massima parte.

sabato 27 agosto 2016

Il rispetto della vita ed il consumo del territorio

Fra i molti che, a Roma, hanno avvertito le oscillazioni del terreno propagate dal primo collasso sismico della notte del 24 agosto, ho sperimentato l'acutezza del pericolo ed insieme la totale incertezza sul modo di affrontarlo.

mercoledì 24 agosto 2016

Il vertice inutile di Ventotene: senza ricerca del tempo perduto

Molti quotidiani nostrani hanno scelto di sottolineare ampiamente un indubbio successo mediatico del vertice politico e navale dei rappresentanti dei tre paesi più importanti dell'Unione europea, Francia, Germania ed Italia del 22 agosto scorso.

sabato 20 agosto 2016

Vertice italo, franco tedesco a Ventotene: una occasione sprecata e storicamente contraddittoria

E' del tutto improbabile che la scelta di Matteo Renzi di incontrare Francois Holland ed Angela Merkel a Ventotene, si sia minimamente ispirata al Manifesto politico di una Europa federale che, all'inizio degli anni '40 del secolo scorso, cioè all'inizio del conflitto bellico, fu concepito da alcuni politici italiani (Spinelli, Rossi, Colorni...) detenuti, per opposizione al regime di Mussolini, precisamente nel penitenziario di quella minuscola isola.

martedì 16 agosto 2016

"Più poveri dei genitori ? Una nuova interpretazione sull'ineguaglianza dei redditi" dal rapporto Mc Kinsey

Dalla lettura del recentissimo Rapporto McKinsey (notissima Agenzia internazionale di consulenza imprenditoriale), sul grado di benessere dei paesi più ricchi del mondo occidentale, misurato in base all'ammontare dei redditi familiari enucleati secondo le categorie sociali  e professionali di appartenenza, scaturiscono dati consuntivi di grandissimo interesse.

sabato 13 agosto 2016

Il guazzabuglio del bilancio capitolino, dimostrazione "per assurdo" di (mancata) sapienza amministrativa

Il fallito tentativo del Pd di una mozione di sfiducia per Paola Muraro, neo assessora all'ambiente della giunta capitolina guidata dal Movimento a 5 stelle, è comunque una feconda occasione di una riflessione collaterale di ordine generale.

mercoledì 10 agosto 2016

La derivata di un grande errore: il declino fatale della produzione manifatturiera italiana

Confessiamo il disagio di attingere alle statistiche di lungo periodo per dedurne conferme sulla denuncia di un meccanismo di conversione monetaria della lira con l'euro che ha avuto conseguenze catastrofiche, tuttora perduranti, per l'economia del nostro paese.

domenica 7 agosto 2016

Il deludente e stentato fraseggio europeo nel quadro della crisi globale

Nell'esaminare quanto essenzialmente accaduto nel mondo dell'euro zona, durante la nostra forzata vacanza sanitaria di circa due settimane, ci sentiamo rafforzati nell'interpretazione dei limiti ideologici e politici che costantemente ispirano il decorso politico di circa tre lustri di esistenza della moneta unica.

domenica 24 luglio 2016

Quel vertice italo, franco e tedesco, a Ventotene: per cosa, se non per chiedere scusa?

Non è facile dedurre, dal dibattito assembleare di ieri del Pd, dedicato allo stato dell'arte della politica europea, alcuna analisi precisa delle tante criticità e dei molti dilemmi che la caratterizzano.

giovedì 21 luglio 2016

I fasti di genere, ma non politici, nel campeggiare dell'incontro di due donne di stato

Anche per moltissimi maschi del pianeta, grande e genuino deve presumersi il compiacimento dell'incontro a Berlino di Angela Merkel, cancelliere tedesca con Theresa  May, "prime minister" di Gran Bretagna, ed il risalto della loro congiunta immagine su tutta la stampa internazionale.

lunedì 18 luglio 2016

Ue: diagnosi, prognosi e terapia

Sarebbe difficile non condividere, sul piano metodologico, l'esigenza degli organismi monetari europei, di avere costantemente aggiornati tutti i dati riguardanti lo stato di salute dei principali istituti di credito dell'Ue.

venerdì 15 luglio 2016

In attesa degli stress test: disquisizioni occasionali

Fra due settimane si emetteranno gli "stress test" che coinvolgeranno il destino immediato di alcuni istituti di creduto europei ed in particolare quello della nostra terza banca italiana, il Montepaschi, Siena.

giovedì 7 luglio 2016

L'illusorietà delle parole: se, chi le profferisce, non rispetta coloro cui sono rivolte o, semplicemente, è a corto di argomenti .

Avevamo introdotto un elemento di speranza, nel pezzo di ieri, nel descrivere succintamente il percorso che una parte del nostro comparto bancario nazionale (in stato di crisi, per sofferenza dei propri crediti o presenza di titoli tossici in portafoglio) è obbligato a percorrere.

mercoledì 6 luglio 2016

Banche: ciò che doveva accadere, salvo un recupero in extremis

Nella logica di un disegno (europeo) non privo di una sua riconoscibile strategia accentratrice, e forse per la spinta imprevista del divorzio britannico dall'Unione europea, il sistema bancario italiano è assai vicino alla sua capitolazione come funzione autonoma nazionale.

venerdì 1 luglio 2016

Le simulate schermaglie italo tedesche sulla politica creditizia

L'ampia varietà di problemi legali, economici e politici emersi in conseguenza del Brexit, appare come una sorpresa impensata ed impensabile per tutto il vasto cerchio di politici, funzionari ed esperti che danno il loro contributo al laboratorio di Bruxelles, dall'interno o dall'esterno di esso.

venerdì 24 giugno 2016

La scure della Brexit

Mentre meditiamo sull'esito del referendum britannico, in tempo reale ci vengono comunicati i dati dei listini di borsa mondiali, ultimi fra i quali (sono le ore 16 dell'orario italiano) i prezzi di apertura della borsa di Wall Street.

mercoledì 22 giugno 2016

L'auditing di Virginia Raggi

L'aveva in realtà già anticipato durante la campagna elettorale, Virginia Raggi.

E cioè che il primo suo focus di attenzione sulle cose capitoline, una volta sindaco, si sarebbe concentrato sul debito del Comune capitolino.

sabato 18 giugno 2016

giovedì 9 giugno 2016

Dalla Bce il via all'acquisto di bond aziendali private: il momento del rischio

Ormai, per il risparmiatore tedesco, la Bce è recidivante, non solo sul piano di una politica monetaria a bassissimo tasso di interesse (e pertanto creatrice di focolai inflazionistici), ma della scelta, operativa da ieri, di acquistare obbligazioni delle aziende private.

domenica 5 giugno 2016

Quella domanda di Scalfari a Renzi...

Nell'odierno consueto editoriale della domenica su"la Repubblica", Eugenio Scalfari, svolge una vasta ed angosciosa disamina dei problemi politici, economici ed ambientali che incombono sul pianeta.

mercoledì 1 giugno 2016

L'assiomatico linguaggio e l'innocuo ottimismo del Governatore

Se fossero conformi a verità le dichiarazioni di Salvini, leader leghista (ultima trasmissione televisiva di Ballarò) sul numero di dipendenti (7.000 unità) ed il costo annuale (2 miliardi) di Bankitalia, sarebbe ancor più difficile sottacere un giudizio di profonda delusione sui contenuti essenziali della relazione annuale di Ignazio Visco, Governatore in carica.

domenica 29 maggio 2016

L'incertezza delle monete, l'aumento delle materie prime e la Tpp

Sono molte le incognite che gravano sugli equilibri economici mondiali nelle loro componenti essenziali e lo deduciamo dal documento del vertice dei G7, conclusosi venerdì ad Ise-Shima (Giappone).

lunedì 23 maggio 2016

Grexit, Brexit e nuove configurazioni (del mondo occidentale ed oltre)

La Grecia, meglio, il suo Parlamento, nel trascorso fine settimana, ha approvato (153 voti su 300) le nuove misure di austerità che si tradurranno in tasse su vari prodotti di largo consumo: benzina, birra, caffè, giochi...

sabato 14 maggio 2016

Perché Padoan insiste nell'emulazione del mitico Sisifo?

Da pag.15 di Corsera del 12 maggio: "La deflazione, le riforme strutturali, il costo dell'emergenza immigrazione, il metodo di valutazione dei bilanci che penalizza l'Italia, la sostenibilità a lungo termine, le minacce per la crescita economica derivanti da azioni più incisive".

mercoledì 11 maggio 2016

Quell'invito, agli oltre 4.000 miliardi di risparmio privato, ad investire nelle piccole imprese

Diciamo pure con franchezza che le misure del Ministero dello Sviluppo economico per convincere almeno qualche segmento del risparmio delle famiglie italiane ad investire in iniziative di piccole e medie dimensioni, ci lasciano del tutto increduli.

lunedì 9 maggio 2016

TTIP: la calata delle corporazioni, il rispetto per gli animali ed il pensiero scientifico...

Non era previsto, sabato scorso, un afflusso di (almeno) trentamila persone a Roma, ma, meno ancora, era prevedibile una composizione socialmente così composita della folla partecipante.

venerdì 6 maggio 2016

Quanti vantaggi per la Germania, l'apporto italiano...

Nell'ultimo rapporto di quelli che la Commissione Europea redige periodicamente, Federico Fubini
(Corsera) ha saputo individuare (precisamente pag.177) il quadro inerente ai rapporti economici dell'euro zona con il resto del mondo.

martedì 3 maggio 2016

Weidmann, Padoan e Renzi: avvertimenti puntuti, risposte stizzite e verità ignorate

Esiste politicamente una Unione Europea, ma accade di frequente che i dirigenti delle istituzioni ad essa, direttamente od indirettamente, facenti capo, siano guidati da pregiudizi inconsci, senza predisposizione alcuna al rispetto ed al rafforzamento delle novità sovranazionali in cui operano.

domenica 1 maggio 2016

1° MAGGIO: una festa per molti, ma non per tutti

La Festa del Lavoro è una "fitta". Il I° maggio è come il Natale: splendido per chi ha una famiglia, pessimo per gli altri, che in quel giorno ne sentono ancor di più la mancanza.

martedì 26 aprile 2016

Convegno su "Revisione critica radicale del metodo di conversione della lira con l'euro"

Domani, in un convegno pubblico, le cui coordinate appaiono qui a fianco, il significato stesso di questo blog, sarà valutato da alcuni esperti e scrittori di cose monetarie.

martedì 12 aprile 2016

Una privata e piccola Bad bank italiana dichiara guerra alle sofferenze bancarie

Sarebbe interessante conoscere quali siano state le autentiche reazioni di Jean-Claude Juncker (presidente della Commissione europea) e di Margrethe Vestager (commissario alla Concorrenza), ai quali una delegazione italiana ha consegnato il progetto di una Bad bank, a capitale privato, disponibile ad acquistare crediti inesigibili che caratterizzano (ed appesantiscono) il sistema creditizio italiano.

domenica 10 aprile 2016

Juncker, Katainen, Draghi, Padoan...: tante ricette, poche consonanze, deludenti risultati

Alla ribalta del Forum Ambrosetti di Cernobbio (Lago di Como), un'autorevole voce, quella di Jyrki Katainen, vice presidente della Commissione europea, ha delineato una nuova ipotesi di lavoro, in chiara e non piccola distinzione da alcune strategie monetarie vigenti nell'euro zona.

giovedì 7 aprile 2016

I Panama Papers e ciò che ci insegnano

Una mole di documenti di milioni di pagine, preparati da una numerosa equipe di giornalisti di inchiesta dell' Icij (International Consortium of investigative journalists) dopo un riservatissimo lavoro di oltre un anno.

domenica 3 aprile 2016

23 Giugno: Referendum britannico, evento fatidico per UE (ed ancor più per noi)

Meno di tre mesi, e la Gran Bretagna, più precisamente i cittadini britannici, decideranno, con un semplice Sì od un No, di uscire o restare nell'Unione Europea.

giovedì 31 marzo 2016

L'economia dell'euro zona e le scelte politiche all'infuori di essa

Almeno sul piano concettuale, il teorema basato su robusti presupposti contenuti in tanti documenti ufficiali, anche italiani, era un teorema che poteva funzionare.

lunedì 28 marzo 2016

Ma, Padoan e Renzi, sanno leggere la contabilità e colloquiare fecondamente ?

Dopo l'attesa di 4 settimane, è legittimo chiedersi se i collaboratori del Ministro per l'economia e quelli del Presidente del Consiglio abbiano letto il servizio, a firma di Marco Cobianchi e collaborazione di Francesco Bisozzi, apparso su Panorama lo scorso 2 marzo, sotto il titolo "Miliardi bruciati".

sabato 26 marzo 2016

Il sempiterno ritornello: i paesi dell'euro, ad alto debito (Italia "in primis"), sono a rischio

E' stato scritto, anche qui, molto frequentemente, come, analogamente con Bruxelles, pure la Bce (Banca Centrale Europea) di Francoforte, trova efficace ed opportuno il richiamo. severo e paternalistico, ai paesi della zona euro.

mercoledì 23 marzo 2016

domenica 20 marzo 2016

Quesito a Bce: oltre alle invocate riforme, perché non parlare di titoli derivati, loro rischi ed origini ?

Che Mario Draghi, presidente della Banca Centrale europea, cosciente dell'insufficiente impulso del "Quantitative easing" per la ripresa economica europea, enfatizzi l'esigenza preliminare di una politica di riforme istituzionali in ogni paese dell'euro zona, può essere, psicologicamente, comprensibile e non del tutto infondato diversivo.

giovedì 17 marzo 2016

Quanto preme Brexit, alla Finanza internazionale?

Può la notizia di un avanzato accordo di fusione fra la la Borsa tedesca (Deutsche Boerse) e la Borsa inglese (London Stock Exchange: Lse) essere cartina di tornasole della (fragile) compattezza politica dell'Unione europea ?

mercoledì 16 marzo 2016

Le fiammate di borsa, il Quantitative easing ed i titoli derivati

Non è forse mai possibile, in generale, giudicare subito la bontà di una iniziativa appena assunta, senza il rischio parallelo di doversi ricredere alla resa finale delle sue conseguenze.

domenica 13 marzo 2016

Dal F.M.I, interrogativi aperti ed una netta conferma

Da Corsera di ieri. 12 marzo (editoriale a firma di Sergio Rizzo), apprendiamo che da statistiche internazionali recentemente elaborate dal F.M.I. (Fondo Monetario Internazionale), risulta che nell'euro zona, il nostro paese ha realizzato i peggiori risultati.

martedì 8 marzo 2016

L'inevitabile evaporare di credibilità del responsabile dei nostri conti pubblici

C'è forse una punta di perfidia, fra i paesi dell'euro zona, nel periodico e reiterato richiamo ai nostri conti pubblici, con specifico riferimento all'elevatezza del nostro Debito Pubblico, peraltro ben nota (ma per altrui convenienza e gran danno per noi, sottaciuta), dal tempo della fondazione dell'euro.

domenica 6 marzo 2016

La contraddizione libica e l'anarchia militare, istituzionale e monetaria europea

Accade dunque che, nel tentativo di trovare una via di soluzione al caos della situazione politica dello Stato libico (due governi, Tobruk e Tripoli, due territori: Cirenaica e Tripolitania, penetrazione crescente di Daesh, lotte tribali dalle varie alleanze, presenze di compagnie minerarie di varia nazionalità) si affacci l'ipotesi concreta di una iniziativa militare sul territorio.

mercoledì 2 marzo 2016

Inflazione e deflazione: alternativa mendace, secondo dottrina ed esperienza

C'è qualche cosa di fittizio, anzi di fuorviante, nella contrapposizione concettuale fra inflazione e deflazione, quasi che l'una possa classificarsi all'opposto dell'altra, secondo un metro di validità applicabile per tutte le circostanze.

domenica 28 febbraio 2016

Shanghai, Roma e Bruxelles: caleidoscopio di differenti diagnosi del nostro paese

Nello stesso giorno, precisamente il 26 febbraio scorso, cioè due giorni or sono, da tre diverse fonti geografiche, istituzionali e politiche, lo stato di salute della nostra economia è stato oggetto di almeno altrettante e, soprattutto, non collimanti valutazioni.

giovedì 25 febbraio 2016

Rinuncia di sovranità e parallela remissione di ricchezza: capolavoro italiano senza eguali

E' fonte di costernato stupore il manifestarsi di quotidiani tentativi di rappresentare positivamente una regressione economica e sociale, per la quale semmai tendono a prevalere previsioni di una sua possibile irreversibilità.

lunedì 22 febbraio 2016

Incrocio possibile fra Juncker e Calenda ?

Venerdì prossimo, secondo un calendario da tempo fissato, il Presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker si recherà ufficialmente a Roma, per incontrare il premier Matteo Renzi e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

venerdì 19 febbraio 2016

martedì 16 febbraio 2016

La Bce: centro di potere monetario, di direzione economica, di consulenza e camera di compensazione fra gli Stati dell'Ue

La contrazione dei processi di sviluppo dei paesi emergenti, unitamente alla flessione dei coefficienti di crescita di Cina, India e Sud America, è la causa principale di una stasi perdurante dell'imprenditoria europea e mondiale.

venerdì 12 febbraio 2016

Lettera a Repubblica ed incontro con Schultz: scelta ideologica di Matteo Renzi ?

Al profilarsi dell'ipotesi della creazione di un "super ministro" europeo dell'economia, Matteo Renzi è intervenuto ieri con una lettera a "la Repubblica" (che, per la penna di Scalfari, ne aveva apertamente sostenuto l'opportunità) per esprimere, nel merito, il suo netto scetticismo.

mercoledì 10 febbraio 2016

2016 : Centinaia di miliardi del colossale coktail di Yen, Yuan, dollari, euro...si trasferiscono da alcuni ad altri, od anche a sé stessi ?

Affrontare una analisi rigorosa sui movimenti di borsa che, in ambito globale e continuativo, è certamente impossibile anche per i più informati operatori delle principali piazze finanziarie di tutto il mondo.

sabato 6 febbraio 2016

B.C.E. senza bussola e Mario Draghi ignaro di Wolfang Schauble ?

Il rapporto tenuto da Draghi, il 4 febbraio, in quel di Francoforte, davanti alla platea della Bundesbank si offre come modello di un discorso in cui, il relatore, privo di una tesi definibile con sicurezza, si cimenta in una serie di singole argomentazioni, magari accettabili in sé, ma prive di un ordinato e realistico susseguirsi.

mercoledì 3 febbraio 2016

Signor Presidente Renzi, altro che i signori del punto e virgola ...

Lei ha fatto bene, signor Presidente del Consiglio, ad esprimere, con lessico inusuale, piena costernazione sui criteri di applicazione dei patti europei inerenti al funzionamento della moneta unica.

sabato 30 gennaio 2016

Colloquio di Merkel e Renzi: fotografia di una crisi

Accade sovente nella storia dei rapporti internazionali che gli incontri informali fra i potenti, non giovino ad alcuno salvo che, più o meno illusoriamente, a loro stessi.

sabato 16 gennaio 2016

Juncker contro Renzi: vertenza aperta, carte in tavola ma soprattutto quelle fondamentali

Il persistente atteggiamento critico del premier italiano nei confronti della Commissione europea è stato ieri aspramente e pubblicamente disapprovato da Jean Claude Juncker, che di essa commissione è presidente.

mercoledì 13 gennaio 2016

lunedì 11 gennaio 2016

sabato 9 gennaio 2016

Le incapacità tecniche di chi sta a Roma ed a Bruxelles: e le responsabilita politiche?

Per la firma di Milena Gabanelli, Corsera del 9 gennaio (titolo: "L'incapacità tecnica di stare a Bruxelles") ci rende edotti che nell'agosto del 2013 (presumibilmente dalla Commissione europea) veniva approvava, all'unanimità, una "Comunicazione" inerente alle modalità di Funzionamento del sistema bancario dell'unione europea.

venerdì 8 gennaio 2016

Il salvadanaio elvetico

E'stato osservato da qualche lettore che, nell'elenco delle monete internazionalmente più importanti, riportato nell'ultimo post pubblicato, non era menzionato il franco svizzero.

lunedì 4 gennaio 2016

Il 2016, anno che concluderà il terzo lustro di vita dell'euro

"Confesso che quel pomeriggio del 31 dicembre 1998, c'era in tutti noi nella Sala Cambi di Bankitalia, un senso di grande sollievo e... nulla poteva turbare la nostra profonda soddisfazione per la missione compiuta".